25 giugno 2013, Lecce - GIORNATA INTERNAZIONE CONTRO LA TORTURA

Martedì 25 giugno 2013, durante la celebrazione internazionale della Giornata contro la tortura, le Associazioni Antigone onlus e BFake presentano, presso l’ex Ospedale psichiatrico Opis di Lecce, una giornata interamente dedicata ai due grandi temi d’attualità, che ancora oggi dividono il mondo politico e istituzionale: la tortura e le droghe.
L’iniziativa, come sottolineano i responsabili delle rispettive  Associazioni, l’avv. Mariapia Scarciglia e Luca Chiriatti,  è volta a sensibilizzare le persone su questioni che riguardano tutti noi e che non possono ancora essere soggette a proroghe da parte del Governo italiano.
L’ Introduzione del reato di tortura nel codice penale, vuole sopperire ad una lacuna normativa grave. In Italia manca il crimine di tortura nonostante vi sia un obbligo internazionale in tal senso. Il testo prescelto è quello codificato nella Convenzione delle Nazioni Unite. La proibizione legale della tortura qualifica un sistema politico come democratico. 
Introdurre il reato di tortura è non solo un obbligo internazionale ma anche una garanzia per tutti coloro che per qualsivoglia motivo, si trovano sotto custodia dello Stato e dei suoi apparati.
Altro tema urgente riguarda le droghe, che vede l’Italia fanalino di coda rispetto al resto dei Paesi del mondo che, già da tempo, hanno abbandonato la cosidetta WAR ON DRUGS,  rea di aver causato centinaia e centinaia di vittime e notevoli danni economici e sociali in nome di una presunta sicurezza mai raggiunta. 

 

PROGRAMMA:
La giornata del 25 giugno inizierà alle ore 17,30 con il raduno a Porta Napoli di bikers e skaters, guidati  dall’ Associazione Culturale Ruotando che, percorrendo i viali del centro di Lecce  raggiungeranno l’ex Opis.
Il pomeriggio, banchetti dedicati ad approfondimenti sui temi in questione,  installazioni  a cura di Piazza Baratto, proiezioni video, selezioni musicali a cura di Scienza e, l’ aperitivo a chilometro zero, animeranno l’ex Ospedale psichiatrico di Lecce, luogo simbolo di questa città e scelto dagli organizzatori per ricordare i tanti casi di cortocircuiti giudiziari : da Federico Aldrovandi a Stefano Cucchi e Giuseppe Uva .


Sarà presente il Comitato Promotore “Tre Leggi” con un banchetto per la raccolta delle firme sui tre disegni di legge di iniziativa popolare.
All’interno degli spazi, sarà allestita una mostra a tema a cura dei fotografi  Piero Marsili Libelli, già autore di foto per il cinema internazionale  e Gabriele Albergo, giovane e apprezzato fotografo salentino.
La serata si concluderà con la proiezione del film documentario in versione integrale e mai andato in onda sulla tv italiana, sulla vicenda di Aldrovandi “ E’stato morto un ragazzo”. Seguirà discussione con il regista, Filippo Vendemmiati.
 La giornata vedrà la partecipazione di associazioni tra cui Arci Zei, Ass. Culturale Ruotando, Piazza baratto e del Garante dei diritti dei detenuti con la delegata Sonia Pellizzari.
Sarà presente il Comitato Promotore “Tre Leggi” con un banchetto per la raccolta delle firme sui tre disegni di legge di iniziativa popolare.


GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO LA TORTURA
P.ZZA BOTTAZZI FILIPPO, 1
73100 LECCE
INFOLINE + 39 3475026641

Iscriviti alla newsletter
Acconsento al trattamento dei miei dati personali

Il carcere visto da dentro

Dona il 5x1000
AntigoneCinquePerMille

Sostieni Antigone
con una donazione