Tratta di esseri umani, 31 fermi, Corriere della Sera, 18/04/07

Operazione della polizia in varie città italiane
Tratta di esseri umani, 31 fermi
Colpita una rete che favoriva l'immigrazione clandestina
Amato: «È contro questi criminali che bisogna intervenire»
ROMA - Farebbero parte di una rete criminale finalizzata a favorire l'immigrazione clandestina. Per questo motivo, la polizia ha eseguito in mattinata il fermo di 31 persone: si tratta di cittadini marocchini ed eritrei. I provvedimenti sono stati emessi dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Catanzaro. L'operazione si è svolta a Crotone, Milano, Perugia, Agrigento, Caltanissetta, Isernia e Cosenza.

LE ACCUSE - Le persone fermate sono accusate di associazione a delinquere finalizzata alla tratta di persone e al favoreggiamento dell'immigrazione clandestina. Secondo gli investigatori del Servizio Centrale Operativo della Direzione Centrale Anticrimine e delle Squadre Mobili di Catanzaro e Crotone, il gruppo aveva «basi operative in Egitto e Libia e solide ramificazioni in Calabria, Sicilia e Lombardia».

I NUMERI - «In particolare, nel territorio nazionale sono state individuate due "cellule" criminali in contatto con referenti dell'organizzazione operanti in Nord-Africa, da dove venivano organizzati i viaggi illegali dei migranti verso l'Italia", è scritto in un comunicato, che quantifica almeno in 2.500 gli immigrati trasportati dal gruppo.

LE FUGHE - Secondo gli inquirenti, il gruppo organizzava anche fughe di clandestini da centri di accoglienza, in particolare da Isola Capo Rizzuto (KR) e Caltanissetta, alla tariffa di 500 euro a persona. Alcuni degli indagati, dice la nota, sarebbero «soggetti senza fissa dimora, reperibili in Libia ed in Egitto, per i quali verranno estese le ricerche in campo internazionale».
AMATO - Dopo la notizia dell'operazione, il ministro dell'Interno, Giuliano Amato, si è congratulato con le forze dell'ordine: «Bravissimi. Brava la Polizia, bravi i magistrati - ha detto Amato -. È contro questi criminali che bisogna intervenire per fermare la tratta degli esseri umani. È questa criminalità cinica il nostro vero avversario».
Iscriviti alla newsletter
Acconsento al trattamento dei miei dati personali

Il carcere visto da dentro

Dona il 5x1000
AntigoneCinquePerMille

Sostieni Antigone
con una donazione