Debutto in Campidoglio per i consiglieri aggiunti, Metropoli, 12/01/07

Debutto in Campidoglio
per i consiglieri aggiunti

Esordio in consiglio comunale, a Roma, per i quattro consiglieri aggiunti eletti il 10 dicembre scorso. Nell'aula Giulio Cesare, in Campidoglio, l'equadoriano Bladimir Godoy Sanchez, il nigeriano Kictor Emeka Okeadu, il filippino Romulo Sabro Salvador e l'ucraina Tetyana Kuzyk hanno avuto il benvenuto degli altri consiglieri comunali e sono stati ricevuti dal sindaco Veltroni, che non era presente alla seduta del consiglio

ROMA - Primo consiglio comunale in Campidoglio per i quattro nuovi consiglieri aggiunti. I rappresentanti degli immigrati, eletti lo scorso 10 dicembre hanno preso parte alla prima seduta dell'anno dopo la pausa per le festività. In apertura l'aula ha votato all'unanimità, la convalida dell'insussistenza di cause di ineleggibilità dei nuovi partecipanti. Così L'equadoriano Bladimir Godoy Sanchez, il nigeriano Kictor Emeka Okeadu, il filippino Romulo Sabro Salvador e l'ucraina Tetyana Kuzyk sono diventati a tutti gli effetti consiglieri aggiunti. Dopo il discorso del presidente del consiglio comunale Mirko Coratti i rappresentanti degli stranieri hanno ringraziato i colleghi e sottolineato l'importanza che riveste, per la comunità immigrata, la loro nomina. In particolare, Tetyana Kuzyk ucraina, ha sottolineato che "solo a Roma poteva nascere l'idea di avvicinare gli stranieri al consiglio comunale".

Gli altri consiglieri comunali hanno dato il benvenuto ai nuovi colleghi. Il presidente della commissione consiliare per gli immigrati Gianluca Quadrana (Rosa nel pugno) ha ribadito "la necessità del riconoscimento del diritto di voto agli immigrati e di dare voce alle certezze della loro vita quotidiana come gli asili nido e il lavoro".

In precedenza i quattro consiglieri aggiunti erano stati ricevuti dal sindaco Veltroni, che non ha partecipato alla seduta del Consiglio comunale. Veltroni ha invitato i rappresentanti degli stranieri a stilare un documento con le proposte, aggiungendo che sarebbe significativa "una mozione per concedere il voto amministrativo agli immigrati" e ha puntualizzato l'importanza di facilitare l'accesso degli imprenditori stranieri nel tessuto economico cittadino.

(ANSA)

Iscriviti alla newsletter
Acconsento al trattamento dei miei dati personali

Il carcere visto da dentro

Dona il 5x1000
AntigoneCinquePerMille

Sostieni Antigone
con una donazione