Difensore Civico

ANTIGONE SOSTIENE I RICORSI ALLA CORTE EUROPEA DELLE PERSONE DETENUTE O EX DETENUTE CHE VOGLIONO DENUNCIARE LE CONDIZIONI DI SOVRAFFOLLAMENTO DELLE CARCERI.

Se sei interessato, SCRIVI a

 
Il 16 luglio 2009, la Corte europea ha condannato l'Italia per le condizioni di sovraffollamento che erano state denunciate da un bosniaco che è stato detenuto nel carcere romano di Rebibbia in condizioni di sovraffollamento. I parametri individuati dal Comitato europeo per la prevenzione della tortura per lo spazio minimo che deve esserci in una cella per detenuto sono questi:
7m² per ogni detenuto, una distanza di 2 metri tra i muri, e di 2,50 metri tra il pavimento e il soffitto. Il Comitato ha fissato inoltre in un minimo di 8 ore il tempo che ogni detenuto deve passare fuori dalla cella.

Se sei interessato a presentare ricorso presso la Corte europea per chiedere la condanna dello Stato italiano per le condizioni di sovraffollamento in cui sei o sei stato detenuto, scrivi a:
Iscriviti alla newsletter
Acconsento al trattamento dei miei dati personali

Il carcere visto da dentro

Dona il 5x1000
AntigoneCinquePerMille

Sostieni Antigone
con una donazione