Lettera di Patrizia Moretti alla famiglia di Gabriele Sandri

Mercoledì, 14 Novembre 2007
Lettera alla famiglia di Gabriele Sandri

Mi chiamo Patrizia Moretti, sono la mamma di Aldro.Il 25 settembre 2005 mio figlio Federico di 18 anni moriva a Ferrara sotto i calci e le manganellate di quattro agenti di polizia mentre invocava aiuto.Mi rivolgo alla famiglia di Gabriele Sandri.Voglio esprimere il dolore mio e di mio marito per la perdita del loro figlio Gabriele.

Voglio dire loro che so, purtroppo, cosa stanno provando in questo momento e che cosa proveranno in futuro.

Dalla perdita del proprio figlio  impossibile, io credo, riprendersi, e sempre difficile  dominare la rabbia che diventa, insieme al dolore, costante e invadente compagna di vita.

Voglio rivolgermi per soprattutto a tutti gli amici di Gabriele e a tutti i ragazzi che sono rimasti colpiti dalla sua morte.

In questi due anni di vita trascorsa senza pi Federico ho incontrato tanti, tanti ragazzi nei centri sociali, nei palazzetti dello sport e negli stadi. Ci hanno scaldato il cuore perch ci hanno impedito di sentirci da soli, io e Lino, nella nostra battaglia per la verit e nel nostro dolore.

Li consideriamo tutti amici di Federico e della sua memoria.

Il loro atteggiamento civile, discreto e composto di pubblica partecipazione  stato determinante, insieme a tanti altri eventi, a mettere sempre pi in grave imbarazzo coloro che volevano nascondere la verit ed infangare la sua memoria.

Amici di Gabriele! fate come loro! non date spazio alla violenza neppure verbale e isolate coloro che, con i loro comportamenti criminali, consentono di far passare in secondo piano la tragedia di Gabriele in favore del danneggiamento dei cassonetti dellimmondizia.

Vi prego, rispettate la famiglia e Gabriele, che ha bisogno di voi, della vostra schietta e calda umanit. Solo questo potr aiutarli ad ottenere giustizia e verit.

Fate come quei tifosi della Fortitudo Basket di Bologna e dellAvellino, che durante la partita si sono presentati tutti insieme con una maglietta che chiedeva giustizia e verit per Federico. Fate come loro che quando gli stato imposto dalle forze dellordine, in modo tanto insensato quanto immotivato di rovesciarla, uno per uno, per nasconderne il messaggio, essi tutti hanno civilmente ubbidito.

A tutti questi ragazzi io voglio bene, e auguro a Gabriele e la sua famiglia che ci accada anche per loro, perch quanto purtroppo si  visto nei telegiornali io credo che uccida due volte Gabriele Sandri.

Con profondo affetto e partecipazione

Patrizia Moretti
Iscriviti alla newsletter
Acconsento al trattamento dei miei dati personali

Il carcere visto da dentro

Dona il 5x1000
AntigoneCinquePerMille

Sostieni Antigone
con una donazione