[audio] Le carceri oltre l'indulto, amisnet 17/5/07

Le carceri oltre l'indulto

amisac, 17/05/2007

A nove mesi dall’approvazione del provvedimento di indulto, le carceri sono di nuovo piene, mentre non sono state attuate, come si sperava, sostanziali misure per migliorare le condizioni di vita degli istituti penitenziari. E’ quanto evidenziato nel dossier elaborato dall’associazione Antigone e da Rifondazione comunista nell’ambito della campagna “il carcere dopo l’indulto” e a seguito della visita in 23 istituti.


 

"Oggi", si legge nel rapporto "si sta registrando un preoccupante aumento della popolazione carceraria". Ma al contrario di quanto sostenuto da molti media nazionali, a tornare in carcere non sono prevalentemente le persone che hanno beneficiato dell'indulto. Soltanto il 12% degli indultati ha commesso un nuovo reato, contro il 68% fisiologico del tasso di recidiva".

Quanto alle condizioni di vita nelle carceri, la visita nei penitenziari ha confermato che non sono state colte le potenzialità dell'indulto.  Il provvedimento- scrivono Antigone e Prc- ha portato alla diminuzione dei detenuti ma le carceri non sono state ristrutturate per renderle più vivibili. Le direzioni di diversi istituti di pena hanno chiuso i reparti per risparmiare personale,così la popolazione detenuta ha continuato a vivere nel disagio.
 

 

Iscriviti alla newsletter
Acconsento al trattamento dei miei dati personali

Il carcere visto da dentro

Dona il 5x1000
AntigoneCinquePerMille

Sostieni Antigone
con una donazione