Le nuove norme per i cittadini comunitari, meltingpot.org, 23/04/07

Le nuove norme per i cittadini comunitari

(D.P.R. n° 30 del 06/02/2007 in vigore dall’11/04/2007)


-  Soggiorno inferiore a tre mesi
Non è richiesta alcuna condizione o formalità salvo il possesso di un documento d’identità valido per l’espatrio.


-  Soggiorno superiore a tre mesi
E’ necessario chiedere l’iscrizione in anagrafe presso il Comune nel quale si intende risiedere.


-  Chi puo’ soggiornare
1) CITTADINO COMUNITARIO:
A) che esercita un’attività lavorativa subordinata o autonoma
B) che è iscritto ad un corso di studi o di formazione professionale
C) che dimostra di avere le risorse economiche sufficienti per il proprio mantenimento e una polizza assicurativa sanitaria
D) il familiare (coniuge, figlio minore di anni 21 del richiedente o del coniuge, genitori del richiedente o del coniuge a carico) che raggiunge il parente già regolarmente soggiornante e dimostra il legame di parentela e di essere a suo carico.
2) CITTADINO EXTRACOMUNITARIO FAMILIARE DI UN CITTADINO COMUNITARIO


-  Chi sono i familiari di un cittadino comunitario che possono soggiornare indipendentemente che siano comunitari o extracomunitari
- Il coniuge del cittadino comunitario
- I figli minori di anni 21 del cittadino comunitario e del coniuge e i figli maggiori di anni 21 a carico del cittadino comunitario
- I genitori a carico del cittadino comunitario e i genitori a carico del coniuge

-  Come si chiede la residenza
E’ necessario recarsi presso l’Ufficio Anagrafe del Comune dove si intende risiedere con la seguente documentazione:

1 A. Cittadino comunitario che esercita un’attività lavorativa subordinata o autonoma:
- Documento di identità valido per l’espatrio
- Codice fiscale
- Documentazione attestante l’attività lavorativa autonoma o subordinata (ad esempio il contratto di lavoro, o la dichiarazione del datore di lavoro e fotocopia del documento di identità del datore di lavoro, o comunicazione di assunzione al Centro per l’Impiego)
Si ricorda che i per i cittadini RUMENI e BULGARI vige fino al 01/01/2008 il regime transitorio pertanto per i lavori che non rientrano in lavoro stagionale, turistico-alberghiero, domestico, edile, metalmeccanico, dirigenziale, è necessario produrre il NULLA OSTA al lavoro rilasciato dallo Sportello Unico per l’Immigrazione

1 B. Cittadino comunitario che è iscritto ad un corso di studi o di formazione professionale
- Documento di identità valido per l’espatrio
- Codice fiscale
- Documentazione attestante l’iscrizione al corso di studio o formazione professionale
- Polizza sanitaria
- Autocertificazione delle disponibilità di risorse economiche

1 C. Cittadino comunitario presente in Italia per altri motivi
- Documento di identità valido per l’espatrio
- Codice fiscale
- Polizza sanitaria
- Autocertificazione delle disponibilità di risorse economiche

1 D. familiare comunitario di cittadino comunitario già residente in Italia
- Documento di identità valido per l’espatrio
- Codice fiscale
- Documentazione attestante il legame di parentela
- Autocertificazione di essere a carico solo nei casi previsti dalla legge (figlio maggiore di anni 21 a carico e genitore a carico).
- Ricevuta di iscrizione in anagrafe del familiare già residente

2) familiare extracomunitario di cittadino comunitario

Il cittadino extracomunitario è tenuto a chiedere la carta di soggiorno per familiare di cittadino comunitario presso la Questura di residenza per la titolarità del soggiorno.


-  Iscrizione in anagrafe:
A - con la carta di soggiorno
- Passaporto
- Codice fiscale
- Carta di soggiorno

B - con la ricevuta della richiesta della Carta di soggiorno:
- Passaporto
- Codice fiscale
- Ricevuta della richiesta della carta di soggiorno
- se la tipologia dell’istanza lo richiede: dichiarazione di familiare a carico
- se necessario attestato di richiesta d’iscrizione anagrafica del familiare del cittadino comunitario già residente

C - prima di chiedere la carta di soggiorno
- Passaporto con visto se richiesto
- Codice fiscale
- Documentazione che attesta il legame di parentela
- se la tipologia dell’istanza lo richiede: dichiarazione di familiare a carico
- se necessario attestato di richiesta d’iscrizione anagrafica del familiare del cittadino comunitario già residente

Nei casi B e C la pratica di residenza si perfeziona SOLO nel momento in cui si produce la carta di soggiorno.


-  La disponibilita’ delle risorse economiche
per i casi stabiliti dalla legge è necessario dimostrare, anche con autocertificazione, di possedere le seguenti risorse economiche.

Tabella di riferimento

-  Titolo di soggiorno permanente
Dopo 5 anni di regolare presenza in Italia è possibile chiedere presso l’Ufficio Anagrafe del Comune l’Attestazione del titolo di soggiorno permanente

Le nuove disposizioni NON COMPORTANO ADEMPIMENTI A CARICO dei cittadini comunitari che sono in possesso della carta di soggiorno e sono già iscritti in Anagrafe

-  Lavoro
I cittadini comunitari possono essere assunti con le stesse modalità dei cittadini italiani. I cittadini Rumeni e Bulgari che non rientrano nelle categorie di lavoro, domestico, edile, metalmeccanico, alberghiero-turistico, dirigenziale, devono presentare il preventivo Nulla Osta al Lavoro presso lo Sportello Unico per l’Immigrazione della Prefettura fino al 01/01/2008.

Scheda a cura dell’Ufficio Stranieri di San Donato Milanese (Mi)
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Iscriviti alla newsletter
Acconsento al trattamento dei miei dati personali

Il carcere visto da dentro

Dona il 5x1000
AntigoneCinquePerMille

Sostieni Antigone
con una donazione