Riforma della Legge sull'immigrazione: aggiornamenti, asgi.it, 26/04/07

Riforma della Legge sull'immigrazione: aggiornamenti

Il Consiglio dei Ministri ha approvato il 24 aprile 2007 nell'esame preliminare il Disegno di legge delega
al Governo per la modifica della disciplina dell’immigrazione .

Il Consiglio dei Ministri ha dato il via libera al Ddl delega sull’immigrazione. Al testo hanno lavorato il ministro dell’Interno, Giuliano Amato, e il ministro della solidarietà sociale, Paolo Ferrero.

La Riforma del Testo unico sull'immigrazione
a cura del Ministero dell'Interno

Comunicato Stampa sulla Riforma

---
Il Governo sara' delegato ad adottare, entro dodici mesi dalla data di entrata in vigore della legge delega, un decreto legislativo per la modifica del testo unico delle disposizioni concernenti la disciplina dell’immigrazione e norme sulla condizione dello straniero, di cui al decreto legislativo 25 luglio 1998, n. 286, e successive modificazioni secondo i principi e criteri direttivi definiti nel testo della legge delega approvata.


Documenti collegati
Testo del DDL pubblicato sul sito Melting Pot
segnalato da Paolo Bonetti ( 13 marzo 2007)

Principali modiffiche apportate nel Testo licenziato dal Consiglio dei Ministri del 24 aprile 2007 - a cura di Sergio Briguglio
Il documento di proposta dell'ASGI (9 ottobre 2006)

Tra le modifiche in discussione, vi è l'ingresso per autosponsorizzazione, auspicata dall'ASGI e analizzata, qui di seguito da un documento a cura di Sergio Briguglio.

Nota sull'autosponsorizzazione

Il decreto legislativo di cui al comma 1 del DDL sarà emanato su proposta dei Ministri dell’interno e della solidarietà sociale di concerto con i Ministri degli affari esteri, della giustizia, del lavoro e della previdenza sociale, delle politiche europee, della salute, per le politiche per la famiglia, dell’istruzione, degli affari regionali e delle autonomie locali e dell’economia e delle finanze. Lo schema di decreto legislativo sara' trasmesso alla Conferenza unificata di cui all’articolo 8 del decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281, che si esprime entro trenta giorni e alla Camera dei deputati e al Senato della Repubblica per il parere delle Commissioni parlamentari competenti per materia e per le conseguenze di carattere finanziario, che si esprimono entro quaranta giorni dalla data di assegnazione, trascorsi i quali il decreto legislativo è emanato anche in assenza del parere.
Entro 2 anni possono essere adottate disposizioni integrative e correttive contenute in uno o più decreti. Entro 1 anno dal varo del primo decreto il Governo adotterà, sentito il Consiglio di Stato, un secondo provvedimento si occuperà del coordinamento delle norme sugli stranieri e sull’immigrazione.

Iscriviti alla newsletter
Acconsento al trattamento dei miei dati personali

Il carcere visto da dentro

Dona il 5x1000
AntigoneCinquePerMille

Sostieni Antigone
con una donazione