Il Difensore civico di Antigone

Il Difensore civico di Antigone  nasce nel 2008, nella persona di Stefano Anastasia e del suo staff. Dal 2011, il ruolo di Difensore civico è svolto da Simona Filippi. Affianca le attività dell’Osservatorio nazionale sulle condizioni di detenzione. Tutte le persone private della liberà per motivi di giustizia (e i loro parenti, congiunti, amici, legali, ecc.) possono scrivere al Difensore, senza vincoli di forma, illustrando il caso in questione e la relativa problematica. Il Difensore civico risponde a tutti e prende in carico i casi riguardanti le specifiche problematiche legate allo stato di detenzione del ricorrente. Ci occupiamo delle effettive condizioni di chi è in carcere e non dei motivi di giustizia per cui è in carcere, dei diritti che sono loro riconosciuti e di quelli che dovrebbero esserlo, a prescindere dal fatto che siano imputati o condannati, giustamente o no.

Il Difensore civico di Antigone non ha alcun ruolo istituzionale, ma crede di poter spendere l'autorevolezza dell'associazione e dei suoi componenti per sollecitare, presso l'Amministrazione penitenziaria, i Tribunali di sorveglianza e le altre autorità competenti, il giusto riconoscimento dei diritti dei detenuti. Laddove vi siano “garanti dei detenuti” istituiti dalle Regioni e dagli Enti locali, il Difensore civico esamina i casi che gli vengono proposti in raccordo con loro, così come con le associazioni di volontariato attive sul territorio e negli istituti di pena.

Il Difensore civico di Antigone è in Via Monti Di Pietralata n.16, 00157 Roma. 

Risponde al seguente indirizzo di posta elettronica:  

difensorecivico@associazioneantigone.it  e al numero di telefono 3286112799 nei seguenti giorni:

Mercoledì dalle ore 12:00 alle ore 15:00, , Venerdì dalle ore 10:00 alle ore 15:00.

Il Venerdì dalle ore 11:00 alle ore 14:00 anche al numero dell'associazione 06 4511304